Studenti medi, striscione in piazza Nettuno: “Happy new fear”


Studenti di diverse scuole al presidio “itinerante” promosso da OccupySabin per manifestare contro le intimidazioni dei presidi e delle forze dell’ordine. Terminata l’occupazione del Copernico e sospesa la cancellata, intanto, lunedì flash mob.

07 dicembre 2011 - 20:07

Si e’ svolto oggi pomeriggio il presidio “itinerante” annunciato da OccupySabin per manifestare “contro ogni intimidazione di presidi e Polizia”, perche’ “potete reprimerci con sospensioni, denunce, cinque in condotta, note e bocciature- recita il volantino distribuito ai passanti- ma sapete bene di non poterci fermare”. Circa 50 studenti di diverse scuole della citta’ si sono mossi dal Sabin per raggiungere piazza Nettuno. Lì hanno appeso uno striscione sull’albero di Natale davanti alla Sala Borsa, con scritto: “Merry christmas and happy new fear, questo natale non siamo piu’ buoni”. La manifestazione e’ terminata al liceo Minghetti, dove e’ stato lasciato un altro striscione: “Voi non potete fermare il vento, gli fate solo perdere tempo”.

Terminata ieri l’occupazione, intanto, al liceo Copernico di Bologna continuano le proteste contro il progetto (nel frattempo sospeso dalla Provincia) di una cancellata anti-clochard. Su Facebook circola l’idea di un “flash mob” da mettere in campo lunedi’ perche’ “il progetto deve essere ancora eliminato- si spiega nel post- e per fare cio’ la visibilita’ mediatica del Copernico deve rimanere alta”. L’appuntamento e’ per il primo intervallo tra le lezioni, quando gli studenti sono invitati ad “uscire tutti quanti insieme nel cortile della scuola al suono della campanella, tutti vestiti da operai, indossando i giubbotti catarifrangenti gialli o arancioni che i nostri genitori hanno sicuramente in macchina e recintare il perimetro della scuola con il nastro bianco e rosso”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati