Student* verso il primo marzo: “Meno Grillini, meno confini” [foto]


Azione comunicativa degli studenti medi questo pomeriggio in Piazza Maggiore per lanciare la giornata dello sciopero migrante di domani. Pubblichiamo il comunicato e le foto.

29 febbraio 2012 - 20:18

Student* verso il primo marzo – Meno Grillini, meno confini

Abbiamo voluto oggi attraversare il centro di Bologna per lanciare un messaggio e condividerlo con tutta la cittadinanza in vista della giornata di domani.

Dietro lo striscione “MENO GRILLINI MENO CONFINI – CITTADINANZA SUBITO E SENZA VINCOLI ” abbiamo attraversato il centro città fino a giungere sotto il portone di Palazzo d’Accursio per ribadire la nostra vicinanza al popolo migrante condannato a una vita di precarietà estrema, ricattato da un pezzo di carta, rinchiuso nei cie, discriminato dalle politiche di partiti e istituzioni sempre più vicini agli interessi degli affaristi e sempre più lontani dalle necessità della gente. Abbiamo detto a gran voce che noi domani ci saremo, che per noi la cittadinanza per tutti e per tutte (quella vera, slegata dal lavoro e da ogni altro vincolo) non è solo una priorità, ma bensì una necessità di prim’ordine. Per questo motivo abbiamo scelto di prendere di mira chi come Beppe Grillo mostra ora la sua faccia razzista e xenofoba rilasciando dichiarazioni a dir poco sconcertanti sulla questione della cittadinanza, ma allo stesso abbiamo voluto dire che nessun partito ad oggi è in grado di cogliere le istanze della componente che rende questa società meticcia e viva.

Crediamo nelle piazze, crediamo nell’autodeterminazione di chi domani si ribellerà al razzismo, crediamo che costruire un mondo diverso sia possibile a partire anche e soprattutto dalle lotte per i diritti di tutt*.

Noi domani ci saremo, insieme a tant* altr* per ribadire ancora che di fronte ad una società che divide, sfrutta e reclude “siamo tutti clandestini”.

> Guarda le foto dell’iniziativa:

.

.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati