Straordinario tempismo della procura


Resa nota proprio oggi la richiesta di rinvio a giudizio per tre attivisti del Tpo e per l’attuale leader di Casapound, in relazione all’aggressione fascista del 21 febbraio 2009

05 febbraio 2011 - 18:31

La procura ha chiesto il rinvio a giudizio per tre attivisti del Tpo e per l’attuale leader di Casapound Bologna in relazione ai fatti del 21 febbraio 2009, quando durante un volantinaggio per chiedere la chiusura della sede dei neofascisti un gruppo di costoro aggredì chi volantinava. Lesioni aggravate l’accusa per tutti e quattro, per i tre del Tpo si aggiungono manifestazione non autorizzata e minacce. La richiesta di rinvio a giudizio segue la notifica di fine indagine recapitata agli indagati lo scorso ottobre.

Non si può che rilevare lo straordinario tempismo di Piazza Trento e Trieste nel rendere pubblico ciò proprio oggi, giornata della prevista inaugurazione della sede di Casapound in via Guerrazzi e della conseguenti mobilitazioni cittadine, tra cui un nuovo volantinaggio indetto dal Tpo stesso.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati