“Statue unite contro la crisi” [foto aggiornate]


Anche le statue di Bologna sfiduciano il Governo, verso il 14 dicembre. “Noi, custodi del passato di questa città, non vediamo alcun futuro tra queste macerie”. Il comunicato diffuso da Bartleby.

11 dicembre 2010 - 10:07

STATUE UNITE CONTRO LA CRISI

Anche le statue di Bologna in mobilitazione verso il 14 dicembre.

Per dieci anni abbiamo sopportato in silenzio, senza proferire verbo. Abbiamo assistito impassibili all’approvazione di leggi razziste, ai tagli all’università e alla ricerca, agli attacchi ai diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, al proliferare di comitati antidegrado e di ordinanze restrittive che ci lasciano sole nelle piazze e nelle strade di questa città.

Ma stanotte abbiamo rotto il nostro silenzio e siamo tornate a parlare. Perchè noi, custodi del passato di questa città, non vediamo alcun futuro tra queste macerie. E prima di fare la fine di Pompei abbiamo deciso di lanciare un messaggio alla città: Bologna, sveglia!

Noi abbiamo i piedi per terra ma sappiamo ancora sognare, da sempre immobili ma ancora capaci di immaginare un altro futuro per questo paese.

Oggi ci uniamo alle grida di tutte le precarie e i precari, studenti e studentesse che il 14 saranno sotto Montecitorio per sfiduciare questo Governo.

STATUE UNITE CONTRO LA CRISI!

Statue, studenti e precari

> Le foto (con cartelli a tema) delle statue dei partigiani di porta Lame, Giuseppe Garibaldi, Luigi Galvani, Ugo Bassi, del Nettuno e di San Petronio:

bartleby10 190

statue4

galvani

ugo bassi 2

nettuno

s petronio3

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati