“Sospensione dell’anno accademico? Una vittoria”


Gli studenti del Cua: “Andremo comunque dal rettore per chiedergli di prendere una posizione netta contro la riforma”.

17 dicembre 2010 - 23:00

“La sospensione dell’inaugurazione per noi e’ un elemento importante e di vittoria, una vittoria dovuta soprattutto alla forza espressa dal movimento in questi giorni e dalla ribellione che si e’ vista a Roma martedi’”. Lo affermano gli studenti del Cua dopo la decisione del rettore Dionigi di non effettuare la cerimonia prevista domani, viste la contestazione già annunciata. Domattina alle 10, nell’aula magna di Santa Lucia, “andremo a dire questo al rettore- aggiunge il Cua- e gli chiederemo di prendere una posizione netta contro la riforma”. Cioè “leggeremo il nostro documento di rivendicazione e poi andremo via, il rettore non e’ mai stato dialogante sulla riforma, anzi l’ha sempre appoggiata. Solo se ci sara’ una posizione comune con le nostre richieste, allora potremo aprire un dialogo”. Se la riforma verra’ approvata mercoledi’ in Parlamento, “chiediamo al rettore di dimettersi in segno di protesta e di annullare l’anno accademico”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati