Siria / Trentaduesimo venerdì di protesta


Oltre venti vittime del fuoco delle forze di sicurezza. Negli scorsi giorni il veto di Russia e Cina a sanzioni contro Assad nel consiglio di sicurezza Onu

07 ottobre 2011 - 21:13

Almeno venti persone sono state uccise oggi dal fuoco delle forze di sicurezza siriane esploso contro i manifestanti che, come ogni settimana, hanno manifestato dopo le preghiere del mattino nel 32/o venerdì della rabbia.

Di poco sotto i tremila il tragico bilancio delle vittime dall’inizio della rivolta contro Assad a metà marzo.

Pochi giorni fa Russia e Cina hanno posto il veto al consiglio di sicurezza Onu ad una risoluzione contro il regime.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati