Siria / Stragi di civili


Non accenna a fermarsi la ferocia delle forze di sicurezza, ma gli oppositori non desistono e continuano a scendere in piazza contro Assad. Settanta morti nella giornata di ieri, oltre duemila le vittime da marzo,

08 agosto 2011 - 14:47

Le forze di Bashard al Assad continuano da giorni a mandare tank e blindati nelle città del paese dove è più forte la ribellione contro il regime.

Almeno 50 persone sono state uccise domenica a Dayr az Zor, 19 a Hula, tre in località vicine al confine con la Turchia.

Decina di migliaia di persone in piazza in varie città, e altri morti, anche venerdì scorso, il primo venerdì di rabbia del ramadam, il ventunesimo dall’inizio della rivolta

Il bilancio delle vittime negli ultimi cinque mesi avrebbe superato le 2000 unità

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati