Scuola: si muovono anche Minghetti, Righi, Belluzzi, Majorana, Fermi e Laura Bassi


Il punto sulle mobilitazioni degli istituti bolognesi contro la riforma delle superiori varata dal Governo.

08 febbraio 2010 - 21:00

Le scuole superiori bolognesi sono in agitazione dopo l’occupazione di venerdì scorso al Copernico. Una mossa che ha anticipato i tempi di una mobilitazione generale che prevedeva l’occupazione in contemporanea di molti istituti, che infatti tra oggi e domani decideranno le forme di protesta contro la riforma Gelmini. Federico del Minghetti  spiega che sono decisi all’occupazione entro mercoledi.

Sara, del Pacinotti, dichiara: “Abbiamo riunito alle 8 di questa mattina tutti i ragazzi della scuola per parlare di una possibile autogestione o occupazione. Si e’ poi svolta un’assemblea per decidere i dettagli di un’azione da compiere e in 400 hanno firmato a favore di un’azione di protesta. Vorremmo organizzare delle lezioni all’aperto ai giardini Margherita e forse coinvolgere anche esponenti delle Università”. Stefano del Righi: “Stiamo decidendo se muoverci con un’occupazione o un’autogestione”. Durante l’assemblea di oggi pomeriggio, infatti, a maggioranza si è scelta l’occupazione ma le decisioni vere e proprie verranno prese nei prossimi giorni. L’intento è quello di agire in contemporanea con le altre scuole, per rendere più incisiva la protesta anti-Gelmini.

Anche negli istituti tecnici Belluzzi e Majorana, conferma Federico, ci sono ragazzi che si stanno mobilitando, ma l’elevato numero di studenti di queste scuole rende per ora più complesso il percorso. I tempi si sono drammaticamente accelerati e qualcosa, sospira Federico, si sta muovendo persino al Galvani.

Intanto, nel pomeriggio, si è svolta al Copernico un’assemblea aperta a tutte le scuole. “Da mercoledi’ o, al piu’ tardi, da giovedi’ si mobiliteranno altre scuole” spiega al termine Marco, studente del liceo di via Garavaglia. Le altre scuole pronte a muoversi sarebbero, oltre alle Aldini e al Minghetti, anche Fermi e Laura Bassi (tutti istituti rappresentati all’assemblea). Intanto il Copernico rimarra’ occupato “sicuramente almeno fino a domani, poi si vedrà”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati