inCassati! / Scuola, la Torre degli Asinelli dice “No ai tagli” [report+foto]


Srotolato uno striscione di 20 metri dalla Torre degli Asinelli per difendere la scuola pubblica. Oggi al via anche lo sciopero degli scrutini.

07 giugno 2010 - 11:25

Blitz del Coordinamento precari della Scuola e del Cobas questa mattina alle Due Torri per protestare contro i tagli alla scuola. Uno striscione di 20 metri è stato srotolato dalla Torre degli Asinelli per lanciare “un appello a tutta la cittadinanza per richiamare l’attenzione sul fatto che la scuola e’ un bene comune che va difeso insieme”, come si legge nel volantino distribuito al presidio. L’azione di questa mattina si affianca allo sciopero degli scrutini, previsto per oggi e domani e che porterà al blocco delle valutazioni in molte scuole della città e della provincia. “Oltre 500 docenti della provincia di Bologna hanno deciso di sospendere le valutazioni per due giorni- si legge su un volantino lanciato dalla torre- perche’ non possono accettare in silenzio gli ennesimi provvedimenti che tagliano il futuro di oltre 41.000 lavoratori (25.000 insegnanti e 15.000 personale non docente) e che mirano allo smantellamento della scuola pubblica statale”. Lo sciopero, spiegano i precari, “tocchera’ 120 classi e circa 3.000 alunni della provincia”.

>  Nell’ambito del progetto inCassati!, promosso da Vag61 in collaborazione con Zic, prosegue la rubrica che raccoglie esperienze di resistenza e di lotta portate avanti dai lavoratori colpiti dalla crisi.

La redazione di Zeroincondotta

HPIM0888

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati