Scuola, giovedì occupazione dell’Usp e assemblea cittadina


Alle 14,30 in via de’Castagnoli 1 contro i tagli e la censura di Limina. Alle 20,30 in via dello Scalo 21 in vista dello sciopero degli scrutini.

01 giugno 2010 - 11:10

Nuova giornata di mobilitazione delle scuole bolognesi contro i tagli del governo e la censura del direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Marcello Limina. Giovedì 3 giugno alle 14,30 è convocato un presidio sotto l’Ufficio scolastico provinciale, che insieme a quello regionale ha sede in via de’ Castagnoli 1. L’iniziativa vede un lungo elenco di promotori: Coordinamento dei precari, Coordinamento delle scuole superiori, Cobas, gruppo di lavoro dell’Assemblea delle scuole, Flc-Cgil, Cisl scuola, Snals, Gilda e comitato Scuola e costituzione. Annunciata una “occupazione simbolica” dell’Usp.

Sempre giovedì, alle 20,30 nella sala consiliare del Quartiere Porto (via dello Scalo 21), il Coordinamento delle superiori e quello dei precari organizzano un’assemblea cittadina per discutere dello sciopero degli scrutini in programma per il 7 e 8 giugno’010: “Un’occasione per spiegare a tutta la cittadinanza le motivazioni che ci hanno portato a promuovere lo sciopero degli scrutini di fine anno, per fugare eventuali dubbi sulla sua possibilità di applicazione, ma soprattutto un’occasione per confrontarsi liberamente sull’argomento con rappresentanti di tutte le organizzazioni sindacali della nostra provincia, aderenti o meno all’iniziativa.”

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati