Scuola, Cas: “Il 7 ottobre in piazza”


Volantinaggi fuori dal Sabin ed altre scuole: “Per una scuola libera, gratuita e slegata dalle logiche di mercato e profitto”. Solidarietà ai collaboratori sui tetti per protesta.

19 settembre 2011 - 14:40

Cominciano le lezioni e cominciano le iniziative di protesta da parte degli studenti. Questa mattina, infatti, il Collettivo autonomo studentesco (Cas) ha organizzato un presidio fuori dal Sabin con striscione (“Start again, verso un nuovo anno di fuoco”) e volantini per lanciare la prima manifestazione del nuovo anno scolastico: appuntamento al 7 ottobre, in occasione della giornata di mobilitazione nazionale lanciata dal network “Studaut”.

Il volantino ricorda il “29% di disoccupazione giovanile, piu’ di 1.800 miliardi di debito pubblico e quattro milioni di precari”. Si invita poi a manifestare il 7 “per una scuola libera, gratuita- continua il volantino- e slegata dalle logiche di mercato e profitto”. Infine, “per il diritto all’insolvenza- recita il volantino- noi il vostro debito non lo paghiamo”. Iniziative simili, spiegano gli studenti del Cas, hanno caratterizzato l’inizio delle lezioni anche in altre sei scuole della citta’: Arcangeli, Serpieri, Minghetti, Pacinotti, Belluzzi e Aldini.

Nel frattempo, questa mattina, alcuni collaboratori scolastici che hanno perso il lavoro sono saliti sul tetto di una scuola bolognese per protesta. “Siamo con loro- affermano dal Cas- esprimiamo la nostra solidarieta’ ai lavoratori che quest’anno si sono ritrovati senza impiego”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati