Sciopero e presidio dei lavoratori Phonemedia [audio]


Partecipato presidio dei lavoratori del gruppo Raf-Phonemedia, questa mattina davanti a Pazzo d’Accursio. I lavoratori del call center di Casalecchio di Reno hanno manifestato perché da diverso tempo non ricevono lo stipendio.

20 ottobre 2009 - 22:01

I dipendenti e i collaboratori a progetto del Gruppo Raf-Phonemedia (azienda di call center con sede a Casalecchio di Reno, che lavora per Seat Pagine Gialle) sono scesi stamane (martedì 20 ottobre)  in piazza Maggiore per uno sciopero locale. Le motivazioni destano particolare sconcerto: da Agosto 2009 attendono il salario dovuto! Questa preoccupante vicenda ha inizio a Dicembre 2008, l’azienda impone ai lavoratori la divisione in due rate dello stipendio: una il 10 e una il 20 del mese. Il problema è che i dipendenti si vedono accumulare ritardi nel pagamento di mese in mese fino ad Agosto; mese cruciale, visto che in seguito non vedranno più un Euro. E così non solo a Bologna, ma in tutte le sedi d’Italia. Da fine settembre l’azienda è stata assorbita dal gruppo Omega S.p.a., già noto alle cronache sindacali per avere problemi di liquidità. La scusa per il mancato pagamento è la solita: “la crisi economica”. Pare proprio che questa sia divetata il pretesto per sfruttare deliberatamente, e la cieca insensibilità di quest’etica aziendale lascia a dir poco sconcertati. Ora, i dipendenti e i collaboratori, attendono lo sciopero nazionale di Gruppo del 26 Ottobre a Roma, e il tavolo di trattativa, aperto dal Ministero dello Sviluppo Economico, pare non sedare la rabbia dei lavoratori vista l’incapacità dell’azienda di proporre valide soluzioni alla problematica.

> Ascolta l’intervista a un lavoratore Phonemedia

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati