Sciopero e presidio alla Felsineo


Usb: dopo un cambio di appalto, una decina di lavoratori rischiano di restare non solo senza una ricollocazione lavorativa ma anche senza ammortizzatori sociali.

15 febbraio 2012 - 17:29

FELSINEO LICENZIA LAVORATORI IN APPALTO

I lavoratori in appalto alla Felsineo oggi dalle ore 16.30 scioperano e presidiano fuori dai cancelli dell’azienda.

La Felsineo, grande industria di Zola Predosa che produce mortadella e salumi vari, a fine gennaio ha trasferito l’appalto per facchini e lavagisti dalla Cooperativa Ecologj alla Intra S.r.l. espellendo una decina di lavoratori che ad oggi rischiano non solo di non avere nessuna ricollocazione lavorativa ma anche di non aver accesso ad alcuna forma di ammortizzatore sociale. Per questo sarà necessario l’intervento delle istituzioni locali: comune di Zola Predosa, Provincia e Regione.

L’USB ha seguito il cambio d’appalto stipulando un accordo con la nuova azienda per evitare scelte unilaterali da parte di Felsineo e Intra che garantiva il graduale rientro dei lavoratori. Nella pratica però tale accordo non è stato rispettato.

Evidentemente vigono accordi segreti tra Felsineo e Intra che ad oggi tagliano fuori circa una decina di lavoratori e lavoratrici.

Quella di oggi rappresenta solo un inizio di tutta una serie di iniziative volta al rispetto dell’accordo e alla riassunzione di tutto il personale dell’azienda uscente.

USB Lavoro Privato

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati