Santa Insolvenza torna in piazza e apre il “Nuovo cinema Sala Borsa”


Domani, giovedì 17 novembre’011, corteo dalle 9 in piazza San Francesco con gli studenti medi e poi dalle 11,30 dall’ex cinema Arcobaleno. Alle 18,30 assemblea ancora un’assemblea pubblica in SalaBorsa, dalle 22 proiezione di “Paris Dabar”.

17 novembre 2011 - 00:16

Fotografia di Nedo Gabbiani

Dopo il corteo e l’assemblea di stasera in Sala Borsa, Santa Insolvenza non si ferma. Domani, infatti, la Santa riapparirà in piazza in occasione della giornata internazionale di mobilitazione studentesca. “Dequalificazione dei saperi, tagli drastici alle borse di studio e aumenti delle tasse universitarie- recita l’appello degli Insolventi- minacciano l’accesso e il diritto allo studio: uno sfruttamento sempre più lavorativo durante il percorso formativo attraverso tirocini curriculari obbligatori e l’ingresso post laurea in un mercato del lavoro sempre più precarizzato, in cui l’unica possibilità per soggetti plurispecializzati resta la più becera forma di ricatto/sfruttamento, lo stage! Questa è la situazione che rende lo studente soggetto immediatamente precario, colpito dalla crisi. Università non più luogo di sapere ma nuova fabbrica del precariato”. La Santa farà la prima apparizione della giornata in piazza San Francesco, alle 9, per il corteo delle scuole superiori. Poi alle 11,30 nuovo appuntamento in piazza Re Enzo, proprio davanti all’ex cinema Arcobaleno sgomberato stamattina, per un’altra manifestazione nelle strade di Bologna.

Nel pomeriggio, poi, alle 18,30 si torna in Sala Borsa. Anzi al “Nuovo cinema Sala Borsa”. Lo sgombero dal cinema Arcobaleno “non ci ferma: giovedì 17/11, dopo il corteo della mattina, ci troviamo nuovamente in Sala Borsa per portare avanti il nostro percorso” attraverso una nuova assemblea pubblica. A seguire, alle 22, sempre in Sala Borsa proiezione del film “Paris Dabar” di Paolo Angelini: “Perché il cinema lo costruiamo dove, come e quando ci pare!”. Paris Dabar” è una produzione indipendente, girato a Bologna e incentrato su una “gara alcolica” attraverso varie osterie cittadine. “Questo film era in programma per essere proiettato in pellicola al Nuovo cinema Arcobaleno nei prossimi giorni, pensiamo che lo sgombero non possa fermare la possibilità di costruire spazi innovativi di produzione culturale. Questa è una prima risposta. La prima di una lunga serie…”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati