Santa Insolvenza chiede lo sconto, la Coop preferisce chiudere [report+foto+video]


#NataleInsolvente alla Coop del parco commerciale Meraville: la Santa chiede uno sconto del 23% (come l’Iva) incontrando la solidarietà di molti clienti, ma la direzione chiama la Polizia e chiude il supermercato.

18 dicembre 2011 - 19:01

Dopo gli addobbi lasciati ieri sull’albero di Natale e sulla statua del Nettuno, il #NataleInsolvente prosegue oggi alla Coop del parco commerciale Meraville (zona San Donato). Santa Insolvenza e i suoi devoti si sono presentati al supermercato per ottenere uno sconto del 23% sulla spesa, incontrando la solidarietà di molti clienti che sono rimasti in fila alle casse. “Non arrivo alla quarta settimana”, spiega qualcuno, mentre una socia della Coop: “Niente sconto? Vergogna, straccio la tessera”.

La direzione del supermercato, però, prima chiama la Polizia (arrivano due agenti piuttosto imbarazzati) e alla fine, piuttosto che concedere lo sconto, preferisce impedire l’accesso ai clienti che sopraggiungono e poi chiudere il negozio. Mentre gli Insolventi si preparavano a lasciare la Coop, arrivano anche i Carabinieri in tenuta anti-sommossa e la Digos pretende di identificare tutti i devoti della Santa impedendo loro di uscire dal supermecato. Gli Insolventi: “Coop ha gettato la maschera, altro che attenzione al sociale”.

> Aggiornamento:

Molti avventori del centro commerciale, da fuori il negozio, hanno solidarizzato con la protesta e chiesto a carabinieri e polizia di lasciare andar via liberamente i manifestanti. Applausi dall’interno. Nonostante ciò le forze dell’ordine hanno fatto uscire una persona per volta ritirando i documenti di tutti. Non si sa per quale reato possano venire indagate le decine di persone identificate.

> Guarda i video della redazione:

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati