Roma / Rom e Sinti: in piazza contro il razzismo di Maroni e Sarkozy


Sabato 4 settembre 2010 corteo nella capitale. Aderisce il comitato Nopacchettosicurezza di Reggio Emilia

03 settembre 2010 - 21:35

>Il comunicato del Coordinamento Nazionale Antidiscriminazione, sottoscritto dai rappresentanti di molte comunità Rom e Sinti

il 4 settembre in piazza a Roma

In movimento

Un appello del Coordinamento nazionale antidiscriminazione per contrastare la nuova ondata razzista e securitaria promossa in Francia da Sarkozy e in Italia dal ministro Maroni. Anche a Parigi si manifesta il 4 settembre

Il Ministro Maroni con un intervento al Corriere della Sera ha ufficialmente aperto la campagna elettorale che verterà ancora una volta sul problema della sicurezza e i predestinati ad essere usati come carne da macello e agnelli sacrificali saranno i Rom e Sinti.
Il Corriere della Sera ha intervistato il Ministro senza dare alcuna possibilità ai Rom e Sinti di replicare.
I soliti articoli a senso unico!!
La comunicazione in Italia è pura propaganda e non informazione. Quando si tratta di Rom e Sinti non c’è mai contraddittorio!!
Ciò che sta accadendo in Francia ai Rom ci indigna come uomini prima che come cittadini italiani, europei e cittadini del mondo. Basta deportazioni!!
I Rom e Sinti hanno pagato un prezzo altissimo durante la Seconda guerra Mondiale: i 500 mila Rom e Sinti massacrati dai nazifascisti senza che questo evento si sia impresso nella memoria collettiva!!
I media asserviti al potere mettono in evidenza solo gli effetti devastanti della discriminazione senza rilevare le cause che li determinano di cui sono responsabili le stesse decisioni del governo.
Sarkozy e Maroni mostrano i muscoli contro bambini, donne e vecchi che non possono difendersi in nessun modo!!
Ai Rom e Sinti solo la cronaca, mentre gli eventi culturali sono oscurati!
La società civile deve essere informata e deve reagire!
L’integrazione passa attraverso i Fondi Europei e non dalle tasche degli italiani come invece si fa credere!
Il Coordinamento nazionale antidiscriminazione mobilita Rom e Sinti e tutti gli amici Sabato 4 settembre 2010 in un corteo civile lungo le strade di Roma per dire:
– STOP A RAZZISMO E DISCRIMINAZIONE CONTRO I ROM E SINTI!
– STOP AI CAMPI NOMADI!
– BASTA USARE ROM E SINTI COME CAPRI ESPIATORI E CARNE DA MACELLO PER FINI POLITICI
– STOP ALLE NUOVE FORME DI DEPORTAZIONE!!

INVITATE EMAIL
ADERITE E FATE ADERIRE!!

> Qui il lungo elenco di adesioni

> Il comunicato di adesione del comitato Nopacchettosicurezza di Reggio Emilia

Le politiche di integrazione per Rom e Sinti a Reggio Emilia ed in Italia.

Il comitato NOpacchettosicurezza aderisce all’appello lanciato dai rappresentanti delle maggiori comunità Rom e Sinti per la manifestazione organizzata a Roma oggi, sabato 4 settembre, per contrastare la nuova ondata razzista e securitaria promossa in Francia da Sarkozy e in Italia dal ministro Maroni.
“Il Ministro Maroni con un intervento al Corriere della Sera ha ufficialmente aperto la campagna elettorale che verterà ancora una volta sul problema della sicurezza e i predestinati ad essere usati come carne da macello e agnelli sacrificali saranno i Rom e Sinti….Ciò che sta accadendo in Francia ai Rom ci indigna come uomini prima che come cittadini italiani, europei e cittadini del mondo. Basta deportazioni!!” recita così parte della piattaforma della manifestazione.

Auspichiamo che qui a Reggio Emilia il sindaco e la comunità civile tutta prendano posizione davanti a questi gravi fatti discriminatori e che si riapra il dibattito cittadino sui temi dell’integrazione e delle politiche sociali.
In particolare il comitato Nopacchettosicurezza ritiene necessario che l’amministrazione riprenda il percorso già cominciato legato al tema delle microaree, garantendo la chiusura dei campi e il miglioramento delle condizioni di vita inaccettabili che ora si riscontrano per queste minoranze anche sul nostro territorio.

Comitato NOpacchettosicurez

Il comitato NOpacchettosicurezza aderisce all’appello lanciato dai rappresentanti delle maggiori comunità Rom e Sinti per la manifestazione organizzata a Roma oggi, sabato 4 settembre, per contrastare la nuova ondata razzista e securitaria promossa in Francia da Sarkozy e in Italia dal ministro Maroni.
“Il Ministro Maroni con un intervento al Corriere della Sera ha ufficialmente aperto la campagna elettorale che verterà ancora una volta sul problema della sicurezza e i predestinati ad essere usati come carne da macello e agnelli sacrificali saranno i Rom e Sinti….Ciò che sta accadendo in Francia ai Rom ci indigna come uomini prima che come cittadini italiani, europei e cittadini del mondo. Basta deportazioni!!” recita così parte della piattaforma della manifestazione.

Auspichiamo che qui a Reggio Emilia il sindaco e la comunità civile tutta prendano posizione davanti a questi gravi fatti discriminatori e che si riapra il dibattito cittadino sui temi dell’integrazione e delle politiche sociali.
In particolare il comitato Nopacchettosicurezza ritiene necessario che l’amministrazione riprenda il percorso già cominciato legato al tema delle microaree, garantendo la chiusura dei campi e il miglioramento delle condizioni di vita inaccettabili che ora si riscontrano per queste minoranze anche sul nostro territorio.

Comitato NOpacchettosicurezza Reggio Emilia

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati