Roma / Movimenti per l’acqua pubblica occupano il ministero dell’Ambiente


Il Coordinamento romano Acqua pubblica: “Non siamo inClini ad aspettare, c’è un voto da rispettare”.

22 marzo 2012 - 13:59

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua il Coordinamento Romano Acqua Pubblica ha occupato il Ministero dell’Ambiente per chiedere il rispetto del voto referendario di giugno. Sono in questo momento all’interno del Ministero 30 attivisti, con megafoni, striscioni e bandiere. Un mese fa il Forum fu ricevuto dal Ministro Clini che però non ha mantenuto la promessa di attivarsi per far rispettare i referendum. Nello striscione più grande c’è scritto: “Non siamo inClini ad aspettare, c’è un voto da rispettare”.

Questa volta pare non ci sarà nessun incontro, anzi la Digos sta procedendo all’identificazione di tutti gli occupanti.

Coordinamento Romano Acqua Pubblica

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati