Roma / La rabbia degli operai Alcoa arriva al Ministero dello Sviluppo Economico


In fiamme un tricolore e tessere elettorali, contatto con le forze dell’ordine. Intanto nel dicastero i sindacati stanno incontrando i vertici aziendali

27 marzo 2012 - 14:22

Sale la tensione sotto il Ministero dello Sviluppo Economico all’arrivo del corteo di circa trecento lavoratori dello stabilimento Alcoa di Portovesme (CI), da tempo in mobilitazione contro la chiusura annunciata dalla multinazionale americana dell’alluminio

Partiti con caschetti da lavoro, trombette e fischietti da Piazza Repubblica, sono arrivati a contatto con la Polizia sotto la sede del dicastero, dove sono stati esplosi petardi e lanciati oggetti in direzione delle forze dell’ordine. Date alla fiamme, inoltre, una bandiera italiana ed alcune tessere elettorali. Gli operai, tra slogan e cori, sono comunque rimasti in presidio sotto il palazzo dove, intanto, le rappresentanze sindacali stanno partecipando ad un incontro con i vertici aziendali

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati