Pronte misure di sicurezza anti-contestazione


Dopo l’aggressione a Berlusconi il governo non perde tempo e si prepara a un giro di vite su manifestazioni pubbliche e libertà di espressione. Con approfondimenti di SenzaSoste, Paolo Attivissimo e InfoFreeFlow.

16 dicembre 2009 - 18:09

Il Governo non perde tempo, pare che l’aggressione al premier darà l’occasione al Ministro dell’interno Maroni e al Ministro della difesa La Russa di varare nuove misure che limitino la possibilità di manifestare e protestare.

I due stanno infatto lavorando a decreti “anti-contestazione”, misure di limitazione dell’espressione di pensiero sul web e delle manifestazioni in luoghi pubblici e privati.

“Si tratta di misure, che sto studiando, per garantire ai cittadini e chi ha compiti istituzionali di poter svolgere la sua attività in piena sicurezza” ,spiega il ministro Maroni, aggiungendo: “Bisogna trovare un equilibrio tra la libertà di manifestare il proprio pensiero in campagna elettorale e la liberta’ di pensiero di chi ha idee contrarie, sempre nel rispetto degli altri”. Al ministro leghista dà man forte il collega La Russa che vorrebbe che le nuove norme entrassero in vigore prima delle elezioni regionali del 2010, pensando di estendere, per 365 giorni l’anno, la norma già in vigore che vieta  di arrecare molestia alle manifestazioni elettorali. Il ministro parla di “pene lievi”, ma comunque pene, per i semplici fischi e aggravanti per espisodi di minaccia, travisamento e violenza, e vorrebbe anche estendere alle piazze  le misure adottate negli stadi con gli arresti in “quasi-flagranza”, tramite l’ausilio di telecamere.

Viene a delinearsi un panorama preoccupante dove non ci sarà spazio per il dissenso dal basso, che calpesta, di fatto, i diritti di libero prensiero e di libera espressione, legando ineluttabilmente il discorso politico  -più di quanto non lo sia già- allo spazio consentito dal mainstream e alle tendenze e ai bisogni propagandistici delle  “maggioranze”, demonizzando di conseguenza chi da queste logiche si dissocia.

Approfondimenti:

> Daspo per i manifestanti, barriere per i siti. Arriva l’ondata d’amore di Silvio Berlusconi (da SenzaSoste)

> Censura e filtri? Buona fortuna! (di Paolo Attivissimo)

> Bisogna difendere la rete (InfoFreeFlow)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati