Privatizzazione trasporti, lavoratori Atc verso lo stato di agitazione


Il Consiglio comunale, prima di chiudere i battenti, ha varato la privatizzazione del trasporto pubblico locale. In vista dell’arrivo del commissario, Rdb e Sdl preparano la mobilitazione dei dipendenti Atc.

12 febbraio 2010 - 14:03

Lavoratori Atc pronti a dare il “benvenuto” al commissario prefettizio proclamando lo stato di agitazione contro la privatizzazione del trasporto pubblico locale. Il  Consiglio comunale, prima di chiudere la propria attività, ha deciso di salvare la proposta per la privatizzazione del trasporto pubblico stabilendo l’emanazione di un nuovo bando di gara in vista del termine dell’affidamento dell’attività ad Atc, previsto per il 31 Dicembre 2010.

Proprio ieri Rdb e Sdl hanno avuto la conferma di questa decisione in un incontro in Provincia e oggi manifestano la loro contrarietà con un comunicato: “La giunta dimissionaria del Comune ha ‘commissariato’ e messo a gara il trasporto pubblico locale, ha deciso di indirizzare verso l’attuazione a breve della gara l’attività del commissario in arrivo” perché toccherà a lui dare seguito alla “liberalizzazione che da anni sta portando verso il basso sia la qualita’ del servizio che le condizioni dei dipendenti”. I sindacati quindi ritengono “necessaria la mobilitazione dei lavoratori” e “l’apertura di un dibattito con la cittadinanza su cui pende il rischio di non vedere più garantito efficientemente il diritto alla mobilità”.

Già in passato ci furono scontri e dissensi contro la gara che videro scioperi con alte adesioni da parte dei lavoratori. Il 25 di febbraio si terrà un altro incontro a Palazzo Malvezzi tra enti locali, Srm e sindacati che Rdb e Sdl non condividono parlando di “un progetto per risparmiare quattrini sul servizio pubblico”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati