Presidio Usb davanti alla Regione, tensione con la polizia


Gli attivisti del sindacato di base riescono a entrare nel palazzo della Regione per consegnare le cinquemila firme raccolte contro tagli ai trasporti e rincari dei biglietti Atc

14 aprile 2011 - 17:03

«Abbiamo provato a entrare nel palazzo della giunta -racconta Luigi Marinelli, di Usb- ma le forze dell’ordine ci hanno respinto con spintoni e manganellate». Dopo qualche minuto di fronteggiamento, «alcuni di noi, siamo circa un centinaio, sono riusciti a entrare. Altri sono rimasti fuori».

Il sindacato di base aveva convocato un presidio in via Aldo Moro per il pomeriggio di oggi per protestare contro le politiche della giunta guidata da Vasco Errani. La decisione di entrare nel palazzo della Regione è scaturita dalla volontà di consegnare le cinquemila firme raccolte fra i cittadini contro gli aumenti dei biglietti dell’autobus e contro i tagli ai trasporti.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati