Precari nidi, venerdì sciopero contro i tagli all’organico


I precari dei nidi comunali a rischio licenziamento tornano a chiedere la stabilizzazione, ma dal Comune ancora nessuna risposta. Venerdì 6 Maggio sciopero.

05 maggio 2010 - 15:19

Prosegue la protesta delle precarie dei nidi che da mesi lottano contro i tagli all’organico previsti per il prossimo anno. A Giugno infatti molte lavoratrici dei nidi comunali rischiano di non vedersi rinnovato il contratto con conseguente danno anche “per le famiglie, in quanto peggiorera’ la qualita’ dei servizi, e per l’amministrazione che perdera’ un patrimonio prezioso di professionalita’ su cui ha investito in questi anni con corsi di aggiornamento e concorsi”, afferma l’RdB in una nota. Collaboratrici ed educatrici precarie coprono infatti da anni dei vuoti di organico strutturali e  assicurano “la continuita’ pedagogica” (cioe’ il fatto che ogni anno i bimbi non trovano volti differenti).  Già  durante la giunta Delbono il sindacato di base aveva chiesto di intervenire per stabilizzarli,  senza ottenere risposta, ora le stesse richieste vengono fatte al commissario Cancellieri, con cui i sindacati hanno avuto un incontro il 14 Aprile scorso, ma per il momento nulla sembra muoversi.  A muoversi saranno dunque le lavoratrici che per venerdì 6 Maggio hanno indetto uno sciopero di tutta la giornata, “il Commissario di Bologna non risponde alle richieste di assunzione”, e allora i precari “rispondono con una giornata di sciopero al silenzio dell’amministrazione”, afferma ancora RdB.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati