Pericolo legionella, chiusi gli uffici di Liber Paradisus


Fino a lunedì. Lo ha deciso l’amministrazione dopo il rinvenimento di tracce del batterio. Molte volte, in passato, l’Usb aveva parlato di aria insalubre nel nuovo edificio comunale.

13 luglio 2011 - 18:54

Uffici comunali di piazza Liber Paradisus chiusi, fino a lunedì, per rischio legionella. Una decisione presa dall’amministrazione d’intesa con il Dipartimento di Sanita’ pubblica dell’Ausl. Da oggi sono dunque le tre torri che ospitano gli uffici della sede unica del Comune in zona Bolognina. Tutti fuori, dipendenti e cittadini che si recano negli uffici, da oggi pomeriggio alle 14.30 fino a lunedi’ 18 luglio compreso per permettere le operazioni di bonifica e gli esami che accerteranno se la concentrazione di legionella che e’ stata riscontrata sia pericolosa per la salute. Secondo il Comune, comunque, al momento non si può parlare di emergenza sanitaria.

In passato sulla situazione di Liber Paradisus era intervenuto più volte il sindacato di base Usb, parlando di aria insalubre all’interno degli uffici. E oggi l’Usb informa che, mentre già si diffondeva la notizia della decisione  presa dall’amministrazione,  diversi dirigenti “hanno imposto ai lavoratori di non abbandonare l’edificio”. Per questo il sindacato di base annuncia di aver dato mandato al suo ufficio legale “di denunciare il sindaco e i dirigenti preposti per non avere ottemperato alle Dlgs 81/2008 che obbliga i dirigenti (articolo 18) all’evacuazione in caso di grave pericolo per la salute”.

Intanto il medico competente del Comune conferma come quegli uffici comunali abbiamo dei problemi. Sono affetti dalla “sindrome dell’edificio malato: Liber Paradisus non sta bene dal punto di vista della qualita’ dell’aria. L’impianto di condizionamento non ha sempre garantito il ricambio necessario nell’aerazione”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati