Perché gli antiproibizionisti lottano contro la legge bossi fini al fianco dei migranti


Il Livello57 aderisce allo sciopero degli stranieri

28 febbraio 2010 - 23:59

> Leggi il comunicato:

Sono ormai anni che grazie alle politiche ipocrite della “tolleranza zero” sia in tema di immigrazione che di sostanze e alla speculazione complice dei mass media, è cresciuta nella società civile una percezione della sicurezza metropolitana dove si vede come unica soluzione ai problemi sociali la repressione poliziesca ed il carcere.

In un contesto dove ormai si è assunto come normalità la  punibilità non più di un reato accertato ma delle caratteristiche di un’individuo, come il possesso di un documento, le carceri e i Cie si riempiono sempre più di migranti, inoltre si risponde al disagio giovanile e sociale con politiche proibizioniste, le stesse carceri si affollano di tossicodipendenti e consumatori occasionali (60% dei detenuti), quando in realtà le narco-mafie aumentano indisturbate il loro giro d’affari.

Il risultato di questa politica è che ora più che mai in Italia le carceri scoppiano “grazie” a queste leggi: legge Bossi-Fini sull’immigrazione, legge Fini-Giovanardi sulle dipendenze, legge ex-Cirielli, per la quale diventa sempre più improbabile uscire di galera per coloro che ci entrano.

In questo quadro la pena detentiva assume un’importanza strategica per i governanti, ancora di più oggi che siamo travolti da una recessione globale, incentivando una guerra tra poveri che fa comodo solo agli speculatori senza frontiere che questa crisi hanno pianificato per moltiplicare i loro profitti.

Il carcere, dunque, come contenitore del conflitto, come discarica sociale, come non-luogo ormai deputato solo alla contezione forzata di donne e uomini relegati in condizioni sociali difficili ritenute pericolose per il potere.

Pensiamo quindi di tutta attualità ed emergente il concetto di Carcere Sociale quale dispositivo normalizzatore per il controllo e il disciplinamento dei nostri corpi.

Per questo siamo oggi al fianco dei migranti!!
per questo vogliamo l’abrogazione delle leggi
Bossi-fini, Fini-giovanardi e ex cirielli

Bologna 1 marzo 2010

Livello 57 via Luigi Serra 2h, Bologna – wwwlivello57.org

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati