Roma, l’Onda beffa la polizia e raggiunge il ministero dell’Economia


L’Onda in piazza a Roma nel giorno dello sciopero nazionale della Flc-Cgil. Dopo diversi contatti con la polizia nel tentativo di raggiungere il ministero dell’Istruzione, gli studenti hanno sorpreso le forze dell’ordine arrivando a quello dell’Economia.

11 dicembre 2009 - 10:55

12,10
Al grido di “Noi la crisi non la paghiamo”, l’Onda ha raggiunto il ministero dell’Economia in via XX settembre dopo aver beffato i blocchi delle forze dell’ordine. “Difendiamo il nostro futuro” e “Il vostro deserto ci autorizza alla lotta, la conoscenza non ammette divieti” sono due degli striscioni esposti sotto al Tesoro.

11,55
In via Pastrengo alcuni studenti dell’Onda sono riusciti a superare il blocco della polizia, che ora  cerca di contenere il resto della folla ma si trova di fatto accerchiata.  “Uno di noi- dicono gli studenti- si e’ fatto male durante gli scontri”.

11,50
L’Onda sorprende la Polizia: gli studenti hanno cominciato a correre verso verso viale XX settembre, dove si trova il ministero dell’Economia, evitando così il blocco dellapolizia che li aspettava all’inizio di via Nazionale. La polizia li insegue.

11,40

Secondo contatto in piazza dei Cinquecento. Il corteo dell’Onda si è riavvicinato ai cordoni della polizia, che li ha respinti. Ai poliziotti si stanno aggiungendo Carabinieri in forze.

11,20
Manganellate della poliziasugli studenti dell’Onda a piazza dei Cinquecento a Roma. Il corteo degli studenti era arrivato a ridosso del cordone della polizia in assetto antisommossa che voleva impedire ai manifestanti di procedere per arrivare al ministero dell’Istruzione.

Quando il corteo ha cominciato a premere per avanzare, la polizia ha risposto con manganellate. I manifestanti continuano a fronteggiarsi

11,05
Il corteo studentesco dell’Onda e’ arrivato in piazza dei Cinquecento. Dalle prime file: “Alemanno, ma quale protocollo, ma che autorizzazione, andiamo al ministero dell’Istruzione”. A qualche centinaio di metro i poliziotti in tenuta anti sommossa. “Non abbiamopaura di voi”, gridano i ragazzi mentre continuano le trattative con la polizia per raggiungere il dicastero.

10,40
Studenti dell’Onda in corteo a Roma nel giorno dello sciopero nazionale dei lavoratori della conoscenza della Cgil. “Siamo almeno 3-4 mila- dicono gli organizzatori- il nostro obiettivo e’ arrivare al ministero dell’Istruzione”. In corteo sfilano rappresentanti giunti da tutta Italia: ci sono universitari e precari da Roma, Bari, Napoli, Foggia, Perugia Padova, Pisa e Viterbo. Dalla Sapiena, prima della partenza degli universitari, calato uno striscione: “Contro questa riforma. Mai stanchi di lottare. Liberi di manifestare”. Gli studenti delle superiori sono partiti invece da Piramide.

Due giorni fa al corteo è stata revocata l’autorizzazione di raggiungere il ministero dell’Istruzione. Da questa mattina il Ministero è presidiato da diverse camionette della Polizia e della Guardia di Finanza che attendono l’arrivo degli studenti.

Piccolo momento di tensione al corteo dell’Onda che si e’ mosso dalla Sapienza. In via San Martino della Battaglia il cordone, infatti, si e’ improvvisamente fermato sotto alla sede dell’ambasciata tedesca. “Make our university solidarity with german students”: e’ questo lo striscione che gli universitari hanno srotolato per solidarizzare con le proteste dei colleghi tedeschi. Gli studenti hanno acceso alcuni fumogeni sotto all’ambasciata, il che ha messo in allarme le forze di polizia che sono subito corse verso gli universitari, ma non c’è stato contatto.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati