#OccupyUnibo, “inaccettabile” laurea honoris causa a Napolitano


Il presidente della Repubblica “tra i maggiori responsabili dello stato di soggezione ai diktat della finanza”. Assemblea pubblica martedì 24 gennaio h21 a Lettere in v.Zamboni 38

21 gennaio 2012 - 18:27

Il 30 gennaio l’università di Bologna, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico, e a pochi giorni dall’entrata in vigore dello Statuto conseguente all’approvazione della riforma Gelmini, consegnerà a Giorgio Napolitano una laurea honoris causa in Relazioni Internazionali.

La presenza di Napolitano e l’onorificenza che gli viene riconosciuta sono semplicemente inaccettabili, dato che il Presidente della Repubblica è tra i maggiori responsabili dello stato di soggezione ai diktat della finanza globale e alle manovre lacrime e sangue che questa impone tramite il suo sodale Monti.

Napolitano è colui che inoltre ha spinto maggiormente per il bombardamento della Libia, colui che ha introdotto i CPT nel nostro paese, colui che ha firmato provvedimenti come il lodo Alfano, il pacchetto sicurezza, la legge Gelmini sull’università.

L’anno passato il movimento contro la legge Gelmini e il governo Berlusconi fecero saltare l’inaugurazione dell’anno accademico bolognese; all’oggi, nella fase di crisi che viviamo, i motivi per cui tornare ad impedire la celebrazione di una vera e propria farsa ci sembrano anche aumentati.

Per tutti questi motivi indiciamo un’assemblea pubblica per martedì 24 gennaio alle ore 21, Facoltà di Lettere e Filosofia di Via Zamboni 38.

Niente da inaugurare, niente da festeggiare!

Giorgio, la laurea te la consegniamo noi!

#OccupyUniBo

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati