Occupazione ai Giardini, lo stabile era vuoto da otto anni [foto]


Il Comune spese migliaia di euro per mettere a norma lo stabile come centro giovanile, poi l’abbandono, fino al blitz di Noa. Gli scatti del nostro fotoreporter.

15 luglio 2012 - 17:22

Era chiuso da otto anni lo stabile occupato ai Giardini Margherita da Noa – Nation of Arts, e all’interno gli ocupanti hanno trovato macerie e rifiuti in quantità. L’edificio è stato per 15 anni sede di un’associazione giovanile e il Comune ha speso migliaia di euro per metterlo a norma. Un posto, raccontano gli attivisti di Noa, “usato per anni da senzatetto, tossicodipendenti e spacciatori, finché il Comune non lo ha sigillato”.

Fino ad oggi la “Casa delle arti” ospita musica, spettacoli, momenti di confronto. Ieri sera circa un centinaio di persone ha preso parte all’annunciata assemblea pubblica, oggi, mentre scriviamo, sta iniziando una tavola rotonda con i “cugini” di Teatro Valle e Macao.
All’ingresso dello stabile è stato appeso uno striscione che allude alla presa della Bastiglia, di cui il 14 luglio, giorno dell’occupazione, ricorreva l’anniversario.



Articoli correlati