Occupanti San Donato sotto le sedi di Sel e Idv


Asia-Usb: “Non è accettabile che che una lotta sostenuta da tante persone per il diritto all’abitare sia risolta dall’intervento delle forze dell’ordine”.

06 marzo 2012 - 20:15

VOGLIAMO RISPOSTE POLITICHE, NON POLIZIA

Nella giornata di oggi martedì 6 gennaio gli inquilini resistenti dell’ASIA hanno bussato sotto le sedi di alcuni partiti politici della città di  Bologna insistendo per l’apertura di un confronto in merito allo stabile  occupato di via San Donato 143/2 . Durante l”incontro di ieri l’Assessore Malagoli ha scaricato ogni  responsabilità dell’amministrazione in merito all’apertura di una  trattativa sullo stabile, non ascoltando il forte segnale lanciato da decine  e d di famiglie e persone in emergenza abitativa che hanno sostenuto e  aiutato le tre famiglie nell’iniziare l’autorecupero popolare, da una rete  di associazioni e organizzazioni solidali con questa occupazione e che stanno contribuendo a far vivere il posto, da tante persone del quartiere che stanno sostenendo l’occupazione.

Il nostro gesto di oggi vuole aprire un confronto con la politica perché  siamo convinti che il problema abitativo non può essere affrontato con gli  attuali strumenti in mano all’ Amministrazione. Vogliamo che lo stabile occupato sia un modo alternativo e una strada percorribile per garantire il tetto a delle famiglie e per recuperare uno spazio che per più di 25 anni è stato lasciato all’abbandono e al degrado di abbandono e degrado.

Oggi abbiamo cercato di confrontarci, anche pubblicamente attraverso la nostra presenza con un presidio sotto le loro sedi, con i partiti di Sinistra Ecologia e Libertà e dell’Italia dei Valori, che si sono impegnate a costruire un tavolo di confronto peri prossimi giorni.

Ci auguramo che questi tavoli rappresentino un primo passo verso una giusta ricollocazione del dibattito in merito al problema abitativo, non è accettabile che che una lotta sostenuta da tante persone per il diritto all’abitare sia risolta dall’intervento delle forze dell’ordine.

Auspichiamo che questi tavoli vengano aperti in modo celere e che siano un deterrente per un infruttuoso e inappropriato sgombero.

Asia-USb

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati