NoTav, oggi presidio al Nettuno [comunicati di adesione]


Crash: In Valsusa “gente semplice e coraggiosa sta resistendo allo sgombero e alle cariche della polizia e dei carabinieri, anche a Bologna la solidarietà si farà sentire”

27 giugno 2011 - 12:58

Anche a Bologna, come a Torino, Milano, Roma, Modena, Parma, Rimini, Pisa, Genova, Vicenza, Reggio Calabria… manifestazione in sostegno alla resistenza del popolo valsusino. Intanto nel torinese sciopero spontanei in molte fabbriche

> Il comunicato del Laboratorio Crash

Dopo la straordinaria vittoria referendaria dei 4 SI, i movimenti della dignità e per i beni comuni sono ornati con coraggio e passione a rilanciare lo storico e intransigente NO delle valli piemontesi: NOTAV.
Nella Libera Repubblica della Maddalena in queste ore gente semplice e coraggiosa sta resistendo allo sgombero e alle cariche della polizia e dei carabinieri mandati da Berlusconi e Maroni per avviare i lavori del treno dell’alta velocità. Come in tutta Italia, anche a Bologna, la solidarietà si farà sentire…
La lotta NOTAV, è la lotta di tutti e tutte!

Presidio e volantinaggio alle 18h in piazza Nettuno.
Il Lab Crash! ci sarà!

******************************

> Leggi i comunicati di adesione al presidio:

Al fianco delle comunità in lotta. Presidio in solidarietà con i NoTav.

Sono le comunità, e solo loro, ad avere pieno titolo a determinare il proprio futuro. Non c’è ragione di Stato, non c’è ideologia del progresso a ogni costo che tenga: se chi vive un territorio non vuole che questo sia sventrato da una ferrovia ad alta velocità, e i valsusini lo ripetono uniti ormai da venti anni, è loro diritto opporsi con ogni mezzo necessario.

Spostandoci dalle Alpi all’appennino tosco-emiliano, quello che è successo nel Mugello mostra bene quale sia il prezzo della Tav: sorgenti essicate, torrenti dove non scorre più acqua, falde acquifere precipitate, vegetazione e fauna ittica in grave sofferenza, tutto questo per collegare Bologna e Firenze facendo correre le “freccia rossa” a 300 km/h per mezz’ora di ininterrotta galleria.

L’esito dell’operazione di oggi delle forze di polizia, che hanno dovuto far piovere una quantità incredibile di lacrimogeni e avanzare con i blindati per impossessarsi del presidio permanente di Chiomonte, non segna di certo la fine della resistenza in Valsusa. Aderiamo al presidio in solidarietà ai NoTav in lotta, a Bologna alle 18 in Piazza Nettuno in contemporanea a molte altre città italiane.

Vag61 Spazio Libero Autogestito

*************************************

A fianco del Popolo no Tav

Un potere arrogante e violento, sempre più distante dalle istanze sociali dei cittadini, per l’ennesima volta utilizza gli apparati militari per imporre contro la volontà popolare, l’inizio dei lavori della TAV in Val di Susa.

La resistenza che il popolo No Tav sta portando avanti fa parte di quelle grandi lotte per la difesa dei territori, dei beni comuni e per la democrazia che miriadi di movimenti locali da anni conducono.

La vittoria dei referendum del 12 e 13 giugno è stato un segnale chiaro che si può cambiare, che il profitto non è il metro con cui misurare le nostre vite.

Oggi più che mai ci sentiamo vicini e complici con tutt* quelle donne e uomini che questa mattina hanno resistito e difeso palmo a palmo il diritto a decidere del proprio futuro.

Saremo presenti al presidio in P. Nettuno alle ore 18

Cs Tpo

Ass. Ya Basta

***************************

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati