“No ai licenziamenti alla Fini”


L’Rdb in Provincia: “Prorogare gli ammortizzatori”. Il sindacato di base pronto ad impugnare legalmente i provvedimenti di licenziamento.

31 marzo 2010 - 20:10

Oggi una delegazione di lavoratori’Rdb della Fini Compressori (che ha attivato le procedure finalizzate al licenziamento di 108 dipendenti) ha incontrato l’assessorato provinciale al Lavoro: “Abbiamo ricostruito nei particolari i vari passaggi che oggi la stessa azienda sta utilizzando per ‘giustificare’ il licenziamento dei lavoratori”, spiega il sindacato di base. “Abbiamo sottolineato il mancato rispetto del precedente accordo di cassa integrazione a rotazione e la piena legittimità dei lavoratori e del sindacato nell’impugnare le irregolarità”. Anche la Provincia “ha convenuto con noi sulla necessità di prorogare degli ammortizzatori in deroga previsti dalla normativa e di scongiurare la messa in mobilità/licenziamento dei lavoratori, specie in questa situazione di grave crisi occupazionale, e sull’enormità dei costi sociali e personali di questi licenziamenti”.

L’Rdb conclude: “E’ necessaria la massima attenzione di tutti i lavoratori e la prontezza nel respingere ogni decisione diversa dal mantenimento dell’occupazione nello stabilimento: come sindacato di base siamo pronti ad impugnare legalmente irresponsabili provvedimenti di licenziamento, ma come sindacato riteniamo che il futuro dei lavoratori non possa essere affidato alle sole carte bollate”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati