Nidi, una valanga di “no” al piano del Comune


Al referendum voluto dall’Usb ha votato il 76% delle educatrici aventi diritto e di queste il 96,7% ha respinto la riorganizzazione predisposta da Palazzo D’Accursio. Il sindacato di base: “Riaprire le trattative”.

20 luglio 2011 - 19:40

Una valanga di “no” al piano di riassetto dei nidi del Comune di Bologna. E’ il responso del referendum indetto tra le educatrici dal sindacato di base Usb: su 684 aventi diritto hanno partecipato in 520, con ben 503 voti contrari. Dunque non solo ha votato il 76% degli aventi diritto nonostante il periodo e le ferie, ma il 96,7% ha respinto il piano: così, anche sul totale, la percentuale dei “no” arriva al 73,5%. Il referendum si e’ svolto dal 4 al 18 luglio e ha coinvolto tutti e 50 i nidi, spiega l’Usb, che quindi  dichiara: “A questo punto ribadiamo al Comune che bisogna riaprire le trattative”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati