Nei Cie fino a 18 mesi


In un decreto approvato oggi dal consiglio dei ministri il nuovo giro di vite sui migranti. Tornano le espulsioni coattive, anche per i cittadini comunitari

16 giugno 2011 - 16:15

Il consiglio dei ministri ha approvato oggi un nuovo decreto legge in tema di immigrazione. L’aspetto sicuramente più eclatante è il prolungamento da 6 a 18 mesi del tempo massimo di detenzione nei Centri di Identificazione ed Espulsione (Cie)

Lo ha spiegato pochi minuti fa in conferenza stampa a Palazzo Chigi il Ministro degli Interni Roberto Maroni.

Il decreto, spiega Maroni, è volto anche a “ripristinare l’espulsione coattiva immediata dei clandestini. Espulsione  per i clandestini pericolosi per ordine pubblico e sicurezza, gia’ espulsi o che violano misure di garanzie previste dal questore”. La misura,a quanto dice Maroni, sarebbe applicabile anche a cittadini comunitari, come i migranti provenienti dalla Romania e da altri paesi dell’europa orientale.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati