Modena, sciopero della fame alla Maserati: ricoverato un operaio


Si tratta di un delegato sindacale lecenziato 15 mesi fa. Per il momento ha sospeso lo sciopero ma è pronto a riprenderlo. Il 23 aprile concerto di solidarietà dei 99 Posse.

23 marzo 2010 - 14:41

All’una della scorsa notte e’ stato ricoverato Eugenio Scognamiglio, il delegato sindacale licenziato dalla Maserati 15 mesi fa, in presidio e sciopero della fame dalla mattina di ieri.  L’operaio non voleva farsi ricoverare ma portarlo in ospedale è stato necessario a causa di un malore e del riacutizzarsi di problemi medici già esistenti, provocati dallo stress dell’iniziativa e dalla situazione generale dell’uomo.

Al pronto soccorso i medici sono intervenuti per ripristinare i parametri di pressione e glicemia. Questa mattina e’ stato dimesso con l’assoluto divieto da parte dei sanitari di continuare a privarsi di cibo e sonno. Scognamiglio ha deciso di sospendere lo sciopero della fame, dicendosi pronto a riprenderlo immediatamente se nelle prossime ore non si manifesteranno segnali di interessamento (soprattutto da parte delle istituzioni modenesi) sulla sua situazione. Amici e colleghi vogliono che il suo caso diventi una vertenza cittadina per la difesa dei diritti dei lavoratori, a partire dalla giornata del 23 aprile prossimo quando i 99 Posse terranno a Bosco Albergati un grande concerto di solidarieta’ con Scognamiglio e tutti i licenziati politici.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati