Milano / Arriva la polizia, muore un 51enne. La famiglia: l’hanno pestato


Avviso di garanzia per omicidio preterintenzionale a quattro agenti. Due video mostrerebbero il pestaggio. La figlia: “Mio padre è morto a faccia in giù, per terra, come un cane”

02 luglio 2011 - 12:11

(dal sito di Radio Onda d’Urto)

Nuovo possibile caso di omicidio di stato a Milano: un uomo di 51 anni, Michele Ferrulli, è morto durante un controllo di polizia in via Varsavia. La famiglia denuncia un pestaggio La figlia dell’uomo ha dichiarato al Corriere della Sera che suo padre sarebbe stato picchiato dai poliziotti quando era già a terra: «Mio padre è morto a faccia in giù, per terra, come un cane. Poi lo hanno rigirato cercando di rianimarlo». «Ha dei segni evidenti sui polsi: gli agenti volevano ammanettarlo dopo che si era sentito male» hanno detto i familiari. La dichiarazione sembra confermata da due filmati acquisiti come prove dall’autorità giudiziaria: un video amatoriale realizzato con un telefonino e un secondo filmato registrato dalle telecamere di sorveglianza di una vicina farmacia. Nei video si vedrebbero gli agenti di polizia che colpiscono l’uomo già a terra immobilizzato.

La polizia è intervenuta poco dopo le 23 di giovedì sera. Una volante è stata chiamata in via Varsavia, ufficialmente su richiesta di alcuni cittadini infastiditi da presunti schiamazzi. Gli agenti giunti sul posto hanno trovato alcune persone, tra cui Ferrulli. Per gli agenti ci sarebbe stata una colluttazione con conseguente malore e ricovero dell’uomo deceduto una volta raggiunto l’ospedale. Secondo la prima relazione medica dell’ospedale non vi sarebbero segni evidenti di gravi traumi subiti, e l’uomo sarebbe arrivato all’ospedale in arresto cardiocircolatorio. La Questura ha riferito del sequestro in via Varsavia di un flacone contenete medicinale usato in patologie cardiache. L’avvocato di famiglia conferma invece la tesi del pestaggio, suffragata anche dai video. Sono attesi in procura alcuni testimoni presenti ieri sera sul luogo del decesso. La famiglia, gli amici e il comitato inquilini di cui faceva parte stanno organizzando per i prossimi giorni una fiaccolata in suo ricordo.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati