Migranti, migliaia di persone in piazza per rivendicare diritti e contro il razzismo [foto aggiornate+audio]


Il report della manifestazione regionale che ha riempito oggi le strade di Bologna, con audio e foto.

13 novembre 2010 - 20:03

Un corteo lunghissimo quello che oggi pomeriggio ha attraversato il centro di Bologna per dire basta alla mancanza di diritti per i migranti, alle truffe della sanatoria e alle leggi razziste del Governo. Tantissime persone  e realtà da tutta la regione  si sono ritrovate in Piazza xx Settemebre e per più di tre ore hanno sfilato con detrminazione e rabbia.  Il corteo partito poco dopo le tre, ha percorso un tratto di viali fino a piazza dei Martiri, poi via dei Mille, via Irnerio, via Mascarella, via Righi e via Indipendenza tornando infine in piazza XX Settembre. Alla testa del corteo, dopo un gruppetto di bambini armati di cartelli contro la legge Bossi-Fini, lo striscione del Comitato 1 marzo: “Agire contro il razzismo per i diritti di tutti”. Poi a seguire le associazioni dei migranti, il Coordinamento migranti di Bologna, quello di Imola, composti da lavoratori e famiglie con bambini, a seguire il Coordinamento migranti della Fiom, i  centri sociali della regione, sindacati di base e qualche delegazione dei partiti della sinistra. Per tutto il percorso i migranti hanno denunciato le difficoltà che vivono quotidianamente a causa di una legge, la Bossi-Fini, la cui unica funzione è quella di creare clandestinità per poterli rendere deboli e ricattabili.  Al grido di”Siamo tutti sulla gru” è stata più volte ribadita la solidarietà e la vicinanza alle lotte di Brescia (dove da giorni un gruppo di migranti protesta per ottenere il permesso di soggiorno) e di Milano, con cui c’è stato anche un collegamento telefonico.

> Ascolta gli interventi dal corteo:


.

> Guarda le foto:

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati