Medioriente / Luppichini e Zani: «Più di nove i morti nell’assalto alla Freedom Flotilla» [video+audio]


Alla Cineteca e al Parco di via Togliatti a Bologna, le testimonianze dei videoreporter Manuel Zani e Manolo Luppichini, di ritorno da Israele dove erano stati incarcerati dopo l’assalto alle navi in acque internazionali.

06 giugno 2010 - 23:05

«Le cifre ufficiali parlano di nove morti, ma dalle tesimonianze che abbiamo raccolto, temo che il conteggio sarà molto più alto.», spiega Manolo Luppichini. «In carcere, Gerry Campbell, un’infermiera australiana di 25 anni che prestava servizio nell’infermeria del navi marmara ha parlato di diciannove vittime passate sui tavoli operatori allestiti lì, ha parlato apertamente di “uno o più cadaveri passati in mare”, impossibili da verificare. Delle nove vittime dichiarate, otto sono turche e uno è un turco.americano. A fronte di una nave che ospitava persone di quaranta nazionalità diverse, risulta poco credibile che siano stati colpiti solo turchi.»

«Progettavamo un documentario sul viaggio della Flotilla, eravamo anche in contatto con alcune reti televisive», ha detto Manuel Zani: «In queste settimane c’è stato un tentativo ripettuto di tirare fuori vissuti privati, militanze individuali, per  togliere valore alle nostre testimonianze. E ai nostri girati… se non ce li avessero fregati. In effetti ci hanno portato via tutto»

Questi sono solo alcuni degli aspetti toccati nelle testimonianze dei  due mediattivisti a due iniziative organizzate nell’ambito del Festival Sociale delle Culture Antifasciste, conclusosi stasera. Vi proponiamo le registrazioni, rese disponibili sull’archivio media del sito del festival.

INTERVENTI DI VENERDI’ SERA
ALLA CINETECA DI BOLOGNA:

Manuel Zani:

parte 1

parte 2

Manolo Luppichini

parte 1

parte 2

parte 3

INTERVENTI DI SABATO POMERIGGIO
AL FESTIVAL SOCIALE DELLE CULTURE ANTIFASCISTE:

– Manuel Zani e Manolo Luppichini al Fest-Antifa (parte I)

– Manuel Zani e Manolo Luppichini al Fest-Antifa (parte II)

– Intervento sulla campagna BDS:

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati