Mancano i fondi, addio al lunedì pomeriggio in Sala Borsa


Molteplici le conseguenze dei tagli sul sistema bibliotecario. Salta anche il trasferimento della Biblioteca di Borgo Panigale alle Scuole Mazzini, in nome della quale a luglio erano stati sgomberate le famiglie che occupavano lo stabile

18 gennaio 2011 - 16:48

«E’ stata una scelta dolorosa per contenere i danni e non toccare l’Archiginnasio e le biblioteche di quartiere», ha spiega Gian Mario Anselmi, presidente dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna, annunciando l’anticipo di un’ora della chiusura al sabato e la chiusura del lunedì pomeriggio della Sala Borsa.
«Ci impegneremo per reperire risorse aggiuntive, private. Mobiliteremo i cittadini. Spero, pero’, che nella quadratura finale del bilancio si possa fare un ulteriore sforzo», ha aggiunto Anselmi, rivolgendosi implicitamente al Comune commissariato.

E’ complessivamente di 265.000 il taglio operato al budget delle biblioteche comunali, e le conseguenze sono molteplici: dalla difficoltà di promuovere iniziative culturali, al calo dei fondi per l’acquisto dei libri, all’impossibilità di coprire ore di straordinario, all’azzeramento dei fondi per il facchinaggio. Quest’ultimo taglio fa di fatto saltare il trasferimento alle ex Scuole Mazzini della Biblioteca del quartiere Borgo Panigale; era in nome di questo trasferimentoi che lo scorso luglio fu disposto lo sgombero delle famiglie senza casa che occupavano lo stabile, ribattezzato ai tempi “Casa popolare Dodi Maracino

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati