Madrid / #25S Assedio all’austerità, Rajoy carica e spara


Ieri l’assedio al congresso annunciato da mesi dal movimento #15M, la polizia non risparmia le pallottole di gomma. Un ferito grave. Vi proponiamo la cronaca multimediale pubblicata in tarda serata da MilanoX

26 settembre 2012 - 09:50

E’ stata una serata carica di aspettativa e tensione a Madrid con gli indignados 12M 15M (vale a dire soprattutto Democracia Real Ya e movimenti collegati) che da tutta la Spagna sono riusciti a circondare il Parlamento e il Governo malgrado le cariche della polizia che sono cresciute in intensità man mano che le tenebre scendevano sulla capitale spagnola. La polizia non ha esitato a usare le pallottole di gomma pur di difendere il piano di austerità del governo Rajoy che ha tagliato i sussidi di disoccupazione mentre versava vagonate di euro per salvare il colosso bancario Bankia. Questo video è delle 22:30 di martedì 25 settembre.

La giornata è iniziata da mezzogiorno coi manifestanti che sono affluiti in treno ad Atocha e in pullman molti dei quali sono stati bloccati e setacciati a fondo dalla polizia, sopratutto quelli di Barcellona. Dopo pranzi collettivi nei parchi intorno al Congreso, ci sono state grandi assemblee e dalle 18:30 è iniziato un corteo che ha circondato il perimetro di polizia intorno ai palazzi del potere. Molti manifestanti dopo le prime cariche hanno riparato in Plaza Neptuno gremita all’inverosimile.

E’ stata una serata entusiasmante in cui si scrive una pagina nella storia d’Europa. Come negli anni ’30 la Spagna fu la prima a rifiutare il fascismo, così oggi gli spagnoli sono in prima linea contro l’austerità. Nessuna ci aveva scommesso. El Pais e La Vanguardia han cercato testardamente di tenere la notizia di basso profilo, complice anche il fatto che il presidente catalano ha convocato nel pomeriggio elezioni anticipate che saranno una sorta di referendum sulla nascita di uno stato separato. Allo stesso modo RTVE e gli altri canali televisivi spagnoli han cercato di nascondere i misfatti governativi, ma ormai le immagini di Madrid indignata contro l’austerità stavano già facendo il giro del mondo grazie a twitter e agli altri social meida.

Il #25s #hoyes25s #RodeaelCongreso è stato finora più forte di tutto, anche dei violentissimi attacchi delle forze antiriot che hanno bersagliato il movimento sorto il 12 maggio 2011 a Plaza del Sol senza pietà e che oltre a dozzine di arresti ha già causato un ferito grave con lesione midollare che probabilmente lo lascerà paralizzato.

(da MilanoX)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati