Londra / Si estende la sommossa


Riots a Hackney, Croydon, Peckham e Lewisham. Dal nostro corrispondente a Londra.

08 agosto 2011 - 22:30

È da ieri che nella capitale inglese il malcontento giovanile si è manifestato in barricate, attacchi alla polizia e saccheggio di negozi.  Dopo Tottenham Hale l’altro ieri e Brixton ieri notte, è da oggi pomeriggio che in Hackney, Croydon, Peckham e Lewisham gruppi di giovani locali assaltano negozi e si confrontano con la polizia.  Diversi autoveicoli sono stati dati alle fiamme e molti negozi saccheggiati o bruciati.

Gli eventi, innescati dalle proteste di due giorni fa per la morte di Mark Duggan, ucciso in un confronto con la polizia, riproducono a Londra le scene di Parigi durante le rivolte delle Banlieu.  Il governo risponde alla rabbia di una generazione senza futuro con la repressione: sarà applicato in quattro boroughs  della città uno speciale provvedimento che permette alla polizia di fermare, perquisire e trattenere qualunque individuo anche senza ragionevole sospetto.

Opinionisti e giornalisti strapagati si domandano le ragioni dietro questi atti di violenza.  Il fatto che stiano avvenendo nei quartieri più poveri della città, quelli più colpiti dai tagli, non sembra fornire nessun indizio.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati