Lo sciopero dei braccianti nella ‘fabbrica verde’ di Nardò [audio]


“Questa mattina alle sei i ragazzi sono tornati alla masseria dai campi. Si sono rifiutati in massa di lavorare perché dovevano raccogliere pomodori a un prezzo molto basso. Poi hanno bloccato la strada…”

27 settembre 2011 - 15:08

Nella Masseria Brancuri e nelle campagne di Nardò, nel mese di agosto, è nata una straordinaria esperienza di lotta e di autorganizzazione che ha prodotto risultati concreti nella battaglia contro il lavoro nero.  Venerdì scorso se ne è parlato in una iniziativa organizzata da Vag61 con  Yvan Sagnet (il ragazzo camerunese portavoce della protesta dei lavoratori migranti) e Gianluca Nigro (associazione “Finis Terrae”, attiva insieme alle “Brigate di Solidarietà” alla Masseria Brancuri e nella campagna “Ingaggiami, contro il lavoro nero”). Pubblichiamo gli interventi della serata.

> Leggi il reportage di Zic “La terra rossa di Nardò” 

> Ascolta gli interventi della serata:

 

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati