“Libera gli scaffali, condividi la cultura”


Gli studenti medi di Utòpia contro il caro-libri: mercato solidale ogni giovedì dalle 15 a Vag61, in via P.Fabbri 110. Su facebook i titoli disponibili. Nei giorni scorsi presentazione davanti alla MelBook di via Rizzoli [foto].

03 agosto 2011 - 18:11

LIBERA GLI SCAFFALI, CONDIVIDI LA CULTURA

Anche quest’anno sta ormai per terminare la stagione estiva e ricominciare quella scolastica e ancora una volta famiglie e studenti si trovano a fare i conti con l’ennesimo salasso dovuto al caro libri. Come ogni anno, le case editrici vedono nei libri di scuola solo un occasione per lucrare, incassando in media oltre 350 euro per ogni studente. Per fare questo adottano un sistema ormai noto a tutti che consiste nello sfornare continuamente ”nuove” edizioni di libri che di poco variano dalle precedenti, ma il cui acquisto viene imposto, in quanto versioni aggiornate. Inoltre le ”vecchie” edizioni vengono così considerate obsolete e per questo rifiutate da quelle librerie che acquistano libri usati a prezzi minimi.

In un tempo di crisi come quello che stiamo attraversando, si sente perciò la necessità di condividere (gratuitamente) un sapere ormai asservito all’ arricchimento dei pochi. Necessità che significa non solo agire per il bene comune ma anche porre le basi per un sistema alternativo lontano dalla speculazione delle cricche finanziarie.

E qui arriviamo all’ iniziativa che come Collettivo promuoviamo:

Ti mancano ancora diversi libri e i prezzi rimangono inavvicinabili, o non sei disposto a spendere una fortuna ogni anno? Hai gli scaffali pieni di ”vecchi” testi e non riesci a venderli a nessuna libreria? Se hai risposto Sì ad almeno una di queste domande, allora vienici a trovare ogni giovedì pomeriggio a Vag61 in via Paolo Fabbri 110, oppure contattaci su facebook.

Qui ti sarà possibile barattare tuoi ”vecchi” libri di scuola con quelli ”nuovi” che ancora non hai acquistato, tutto ovviamente A COSTO ZERO.

E se non vuoi o non puoi portare libri da scambiare, acquista ciò che ti serve lasciando solo un’ offerta minima (e libera)!

Non lasciare i tuoi libri a marcire, condividili e risparmia sui nuovi.

Collettivo Utòpia

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati