“Let’s strike!”, campagna per lo sciopero generale


Stamattina occupato l’Ufficio stage e tirocini dell’Università, il 12 novembre “Let’s strike parade” per le strade della città e il 17 giornata di lotta del mondo della formazione.

29 ottobre 2010 - 13:00

251-logo_let's_strikeQuesta mattina gli attivisti della campagna Let’s Strike! hanno occupato, bloccandolo fino alla chiusura degli uffici, l’Ufficio stage e tirocini dell’università.

Riteniamo che questo ufficio sia uno dei fulcri emblematici di quanto la precarietà e lo sfruttamento stiano sempre più innervando i precorsi universitari: non è un caso che il ddl Gelmini preveda l’itroduzione obbligatoria di stage gratuiti presso le aziende per tutti corsi di laurea e non è un caso che il ricorso a tirocini sia sempre più esteso. In particolare in una città come Bologna, ciò produce una gran massa di lavoro gratuito o fortemente sottopagato col quale molte aziende vivono, senza in cambio fornire nessun tipo di formazione aggiuntiva.

L’azione di stamattina inoltre ha espresso solidarietà e ha lanciato la partecipazione al corteo nazionale di domani a Napoli promosso dai precari della scuola: la loro battaglia è la nostra battaglia!

Let’s Strike! è una campagna di studenti e precari dell’università di Bologna che nasce dopo la manifestazione del 16 Ottobre a Roma promossa dalla Fiom e attraversata dai movimenti sociali. Partendo da quello spirito, riteniamo necessario costruire dal basso uno sciopero generalizzato metropolitano, qui e ora; per questo stiamo mobilitandoci nelle università.

Let’s strike! lancia la data del 17 novembre come una prima tappa importante di questo percorso: una giornata europea di lotta del mondo della formazione, che si svilupperà anche a Bologna. Il 12 novembre, dalle 21 con ritrovo in piazza Verdi, una Let’s Strike Parade – Reclaim the streets si snoderà per la città.

Let’s strike!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati