Lecco / Un uomo denuncia: pestato dai Carabinieri [audio+foto]


Ancora un caso di violenza di Stato. Un argentino, da 23 anni in Italia, racconta di essere stato picchiato e torturato in caserma. Ripubblichiamo da Radio Onda d’Urto, con l’audio dell’intervista alla vittima.

24 giugno 2010 - 16:33

(dall’Agenzia di Radio Onda d’UrtoAlcuni diritti riservati
foto fornite dalla vittima a valsassinanews.com
)

Ancora una vittima della violenza dello stato: un indio argentino da 23 anni in Italia, Isidro Diaz, è stato massacrato di botte e torturato in caserma dopo un fermo effettuato dai carabinieri di Voghera lungo l’autostrada. Il fatto è accaduto lo scorso mese di aprile, ma solo oggi è salito alla ribalta delle cronache grazie all’impegno dell’associazione A buon diritto, la stessa che ha denunciato per prima i casi Cucchi e Uva. Sentiamo direttamente dalle parole della vittima, Isidro Diaz, quanto accaduto quel giorno [audio].

Dopo la tortura nei confronti di Diaz è giunta anche la persecuzione giudiziaria: di fronte alla minaccia di rimanere in carcere per anni, sostenuta dai suoi torturatori e paventata anche dal suo legale d’ufficio, ha deciso di patteggiare una condanna a un anno convertita in due anni di libertà vigilata per lesioni e reistenza a pubblico ufficiale. Una volta libero ha denunciato le torture subite dai carabinieri: un procedimento però che procede a rilento e rischia l’archiviazione tra un mese da parte del Gip. Abbiamo intervistato [audio] anche l’architetto Franco Rosa, amico di Isidro.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati