“L’acqua non si vende”, sabato manifestazione regionale


Sabato 4 dicembre’010 concentramento alle 15 in via Ranzani.

02 dicembre 2010 - 14:02

ANCHE A BOLOGNA IL POPOLO DELL’ACQUA TORNA IN PIAZZA

Si terrà sabato 4 dicembre a Bologna il corteo regionale dei Movimenti per l’Acqua Pubblica, in occasione della giornata nazionale di mobilitazione a difesa dei referendum contro la privatizzazione dell’acqua.

I punti principali della mobilitazione sono la richiesta di MORATORIA con la sospensione degli effetti pratici della “legge Ronchi” fino all’effettuazione dei referendum in cui il popolo sovrano potrà esprimersi sulla questione e che I REFERENDUM SI SVOLGANO NEL 2011 anche in caso di elezioni anticipate, evitando – con una decisione del Parlamento – lo slittamento al 2012.

Il concentramento sarà alle ore 15 in via Ranzani all’angolo con Viale Berti Pichat, dove c’è la sede di HERA S.p.A. e terminerà – dopo aver attraversato le principali strade del centro di Bologna – in Piazza S. Francesco, dove dal palco che verrà allestito si alterneranno interventi di rappresentanti dei movimenti a momenti di musica, letture di brani e momenti teatrali a tema.

Il corteo doveva terminare inizialmente in Piazza Nettuno, ma – a causa della nota e antidemocratica ordinanza prefettizia – non è stato possibile arrivare dove ci sono la statua e la fontana che indicano il termine dell’antico acquedotto pubblico comunale.

Dalle notizie che arrivano dai vari territori è prevista una forte affluenza anche dal resto della Regione.

Al corteo sono stati invitati a partecipare anche tutti i movimenti in difesa dei Beni Comuni a partire dall’Università pubblica, i comitati contro le multiutility, contro il nucleare, contro i tagli al welfare, per il diritto ad abitare e in difesa degli spazi sociali autogestiti.

Il corteo sarà aperto da un sound system comunicativo ad emissioni zero e dallo striscione “L’ACQUA NON SI VENDE” del Comitato Acqua Bene Comune Regione Emilia Romagna.

Si scrive acqua, si legge democrazia.

Comitato Acqua Bene Comune Regione Emilia Romagna

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati