La crisi a Bologna: in luglio 2,2 milioni di ore di cig


Dato in aumento rispetto al mese precedente. E nell’intera Emilia Romagna 10.367.999 ore autorizzate per un totale di 60.989 cassintegrati.

25 agosto 2010 - 19:14

Sommando cassa integrazione ordinaria, straordinaria e in deroga si arriva a quota 2.221.842 ore autorizzate. Questo il numero registrato nella provincia di Bologna nel mese di luglio, secondo i dati diffusi oggi dal sindacato. Seguono Modena (2.123.821), Reggio Emilia (1.882.606), Piacenza (975.700), Ravenna (752.827 ore), Forli’ (748.935), Ferrara (642.574), Rimini (552.634) e Parma (467.060 ore). Considerando l’intera Emilia Romagna, quindi, si parla di 10.367.999 ore per 60.989 cassintegrati e del quinto posto a livello nazionale dietro Lombardia, Piemonte, Puglia e Veneto.

Rispetto al mese di giugno, la regione vede un calo di ore autorizzate (-11,8%) mentre Bologna registra un aumento. A giugno, infatti, la provincia in testa all’elenco era Modena (3.722.198 ore) con Bologna (2.179.089 ore) subito dietro, seguita da Reggio Emilia (1.393.299), Forli’ (1.037.604), Ferrara (860.512 ore), Piacenza (600.588), Parma (518.647), Ravenna (501.392), Rimini (407.286). Un totale, a livello regionale, di 11.760.615 ore per 69.181 cassintegrati.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati