Italia di nuovo bocciata: “CIE come prigioni”


Il Consiglio d’Europa, in visita a Lampedusa nel maggio scorso, boccia, di nuovo, il nostro sistema di accoglienza che nega i diritti fondamentali.

05 ottobre 2011 - 11:00

(da Radio Onda D’Urto)

I centri di accoglienza di Lampedusa non sono adatti ad accogliere gli immigrati che arrivano sulle coste italiane. E’ quanto si legge in un rapporto di una sottocommissione dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa redatto dopo la visita condotta lo scorso maggio sull’isola italiana. “I centri di accoglienza non devono trasformarsi in centri di detenzione” ha sottolineato il presidente del sottocomitato, il parlamentare britannico Christopher Chope. Nel documento si chiede anche all’Italia di adottare subito misure specifiche, di cui rendere conto a Strasburgo ogni sei mesi, per migliorare la capacità recettiva e le condizioni sanitarie e di sicurezza dei centri di Lampedusa, in particolare quello situato nella ex base Loran. Alle autorità italiane viene anche chiesto di chiarire il quadro legale che sottostà alla detenzione degli immigrati.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati