InCassati! / Fini, prosegue lo sciopero nonostane le minacce dell’azienda


Si è conclusa con la decisione di proseguire lo sciopero, almeno per oggi, l’assemblea di questa mattina dei lavoratori della Fini, dopo il tentativo dell’azienda di dividere i lavoratori.

21 aprile 2010 - 14:38

Nonostante le minacce dell’azienda per fermare lo sciopero ad oltranza, i lavoratori della Fini, riuniti questa mattina in assemblea, hanno deciso di proseguire la lotta. Ieri, infatti, durante l’incontro andato a vuoto, tra i dirigenti e l’Assessore provinciale alle attività produttive, l’azienda aveva dichiarato che se il blocco della produzione fosse durato ancora a lungo, anche gli altri lavoratori, per il momento ancora in organico, avrebbero rischiato il posto. Un tentativo di spezzare l’unità dei lavoratori che però non ha funzionato. “Siamo di fronte ad una settimana cruciale non solo per i lavoratori della Fini ma per tutto il settore industriale, il precendente che Marco Fini vuole creare e’ pericoloso e inaccettabile”, ha affermato l’RdB. Oggi ancora sciopero quindi, e stasera nuova assemblea per discutere come proseguire la mobilitazione.

>  Nell’ambito del progetto inCassati!, promosso da Vag61 in collaborazione con Zic, prosegue la rubrica che raccoglie esperienze di resistenza e di lotta portate avanti dai lavoratori colpiti dalla crisi.

La redazione di Zeroincondotta

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati