InCassati! / Fini: l’azienda firma l’accordo con Fiom-Cgil e Fim-Cisl, ma per l’Rdb è un “gioco dell’oca” ricattatorio


.

12 aprile 2010 - 14:26

Fiom e Fim firmano un accordo che evita i licenziamenti immediati, ma i posti di lavoro saranno comunque dimezzati. Per l’Rdb è un “gioco dell’oca” in cui si torna punto e a capo, per di più ricattatorio: ci sono liberatorie da firmare in bianco.  Lo spiraglio si era aperto dopo il fallimento dell’incontro in Provincia. I lavoratori avevano risposto con lo sciopero (nonostante le minacce dell’azienda) e proseguendo il blocco ai cancelli. Nei giorni scorsi manifestazione di solidarietà.  All’arrivo delle prime lettere di licenziamento, Rdb aveva deciso di impugnarle. Lettera dei lavoratori: “Siamo persone, non esuberi“. Solidarietà dal Coordinamento Migranti, il 30 aprile serata in sostegno della lotta  a Vag61. La protesta, con i cancelli barricatit, era iniziata il 12 aprile: leggi il comunicato e il report di un redattore  di Zic dal primo giorno di presidio.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati