InCassati! / Cgil e Cisl si accordano con la Fiera e salta lo sciopero, Rdb: aria fritta


Revocata l’astensione del lavoro prevista per domani, nel primo giorno di LineaPelle. Il sindacato di base chiede ora di sottoporre l’intesa ad un referendum.

11 ottobre 2010 - 20:48

All’ultimo momento salta lo sciopero dei dipependenti di BolognaFiere previsto per domani, primo giorno di Lineapelle: i vertici dell’expo e i sindacati (Cgil e Cisl, che avevano convocato lo sciopero, piu’ i rappresentanti del Consiglio d’azienda) hanno raggiunto un verbale di intesa a fronte del quale salta l’iniziativa di lotta indetta per domani, dopo la disdetta del contratto aziendale da parte della Fiera ed un primo sciopero già effettuato dalle Rdb.

Per il sindacato di base l’accordo “e’ la stessa aria fritta e rifritta che circola da mesi, non vi e’ nessuna novita’ se non purtroppo l’accettazione formale del
contratto del commercio senza le necessarie garanzie”. Da parte di Rdb, quindi, si chiede di sottoporre l’intesa ad un referendum tra i lavoratori.
“Prima di accettare il passaggio al contratto del commercio bisognava revocare la disdetta e definire un vero e proprio accordo sul mantenimento dei diritti acquisiti e tutelare i precari che invece cosi’ rischiano di perdere tutto”. A questo punto, siccome “riteniamo che le nostre preoccupazioni siano diventate piu’ reali e ancora piu’ condivisibili da parte dei lavoratori, richiediamo una consultazione referendaria sul testo dell’accordo, vincolante per tutte le organizzazioni sindacali”, concludono le Rdb.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati