In corso presidio sotto la Prefettura: “No all’espulsione dei tunisini trattenuti al Cie”


Il Tpo: “La Questura ha disposto il rimpatrio forzato di due dei sei tunisini provenienti da Lampedusa ancora trattenuti al Cie di Via Mattei, ma si tratta di una misura illegittima”.

19 aprile 2011 - 18:49

Contro l’espulsione dei tunisini trattenuti al Cie di Via Mattei

Appuntamento davanti alla Prefettura in Piazza Roosvelt, ore 18.15

La Questura di Bologna ha disposto il rimpatrio forzato di due dei sei tunisini provenienti da Lampedusa ancora trattenuti al Cie di Via Mattei. Si tratta di una misura illegittima, che contrasta con i diritti previsti dal Decreto del 5 aprile 2011. Lo scorso sabato i legali dello Sportello Migranti del TPO erano infatti riusciti, nonostante gli innumerevoli ostacoli pretestuosi posti dalla Quetura di Bologna, a depositare le richieste di rilascio del permesso di soggiorno per motivi di protezione temporanea previsto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri per i profughi tunisini entrati in Italia prima del 5 aprile.

La Questura di Bologna, probabilmente come ritorsione contro le proteste del 1 marzo, ha attuato una scelta arbitraria, incurante dei diritti di queste persone e dimostrando ancora una volta che il CIE è uno strumento di detenzione improprio, fuori da ogni controllo, incompatibile con i diritti fondamentali delle persone che produce violenze ed abusi nella più totale arbitrarietà.

Manifestiamo la nostra indignazione!

Impediamo la deportazione dei tunisini al Cie!

Stop deportation! Siamo tutti cittadini!

TPO  – Campagna Welcome

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati